What’s new in Ultrasonography (Italian) – June 2021

12 mesi ago

Translated By: Laura Alonzo and Roberto Cannella 

 

Imaging abdominale 

 

Original Research 

Ultrasound-Guided Omental Biopsy: Diagnostic Yield and Association with CT Features Based on a Single-Institution 18-Year Series.  

Perez AA, Lubner MG, Pickhardt PJ. 

American Journal of Roentgenology. 2021.  

doi:10.2214/ajr.21.25545  

  • Contesto: il grande omento è un sito comune di diffusione peritoneale maligna e può pertanto rappresentare un sito di interesse per la biopsia percutanea. Le biopsie omentali percutanee vengono più spesso eseguite in maniera TC-guidata piuttosto che eco-guidata.
  • Domanda: Qual è la performance diagnostica delle biopsie omentali percutanee eco-guidate?
  • Criteri di inclusione: pazienti sottoposti a biopsia omentale eco-guidata e sottoposti a TC addominale diagnostica prima della biopsia.
  • Disegno: questo studio retrospettivo ha incluso 163 pazienti sottoposti a biopsia omentale eco-guidata da radiologi addominali tra il 2002 e il 2020 presso un unico istituto.  Sono stati esaminati i reperti di imaging riscontrati alla diagnostica TC pre-biopsia e quelli della biopsia eco-guidata. I risultati della biopsia sono stati classificati come diagnostici o non diagnostici.
  • Risultati: All’ecografia, la malattia omentale appare spesso come ispessimento infiltrativo diffuso senza che si possa individuare un target distinto. La maggior parte delle biopsie omentali (95%) erano diagnostiche. La resa diagnostica non è associata alla morfologia omentale o ecogenicità. Non sono state identificate complicanze.
  • Conclusione e osservazioni: la biopsia eco-guidata della malattia omentale identificata alla TC è sicura ed efficace per la diagnosi dei tessuti. Questo approccio dovrebbe essere considerato di prima linea quando possibile.

 

Original Research 

Transabdominal Ultrasound for Follow-Up of Incidentally Detected Low-Risk Pancreatic Cysts: A Prospective Multicenter Study. 

Yu MH, Kim JH, Kang H-J, et al.  

American Journal of Roentgenology. 2021:1-9.  

doi:10.2214/ajr.20.22965  

  • Contesto: le cisti pancreatiche incidentali sono spesso indolenti e presentano una prognosi favorevole; tuttavia, le neoplasie mucinose papillari intraduttali così come le neoplasie cistiche mucinose hanno un potenziale di crescita e trasformazione maligna. Attualmente, per la loro sorveglianza sono raccomandati: la TC, la risonanza magnetica e l’ecografia endoscopica. L’ecografia transaddominale (TAUS) ha il potenziale per essere eletto a strumento di imaging nel follow-up di queste lesioni.
  • Domanda: Qual è il tasso di detezione delle cisti pancreatiche su TAUS che vengono rilevate incidentalmente alla TC o alla RM? Quali sono i fattori che influenzano il rilevamento?
  • Criteri di inclusione: pazienti con riscontro incidentale di cisti pancreatiche da 5 mm a 3 cm alla TC o alla RM eseguita entro 1 anno prima della TAUS. Ciò è stato eseguito in cinque istituti medici tra settembre 2017 e gennaio 2019.
  • Disegno: questo studio prospettico ha incluso 57 pazienti con cisti pancreatiche a basso rischio che sono state riscontrate incidentalmente alla TC o alla RM. Su questi pazienti è stata eseguita la TAUS in maniera indipendente da due radiologi e le cisti sono state rilevate e caratterizzate.
  • Risultati: il tasso di rilevamento di cisti pancreatiche note a basso rischio è stato dell’81,8% e dell’83,1% su TAUS condotto da ciascun radiologo. Il tasso di rilevamento è più alto con cisti di maggiori dimensioni (≥ 10 mm), cisti che si trovano all’esterno della coda del pancreas e singole cisti pancreatiche.
  • Conclusioni e osservazioni: La TAUS è uno strumento di imaging utile per la sorveglianza di cisti pancreatiche note e a basso rischio.

 

Original Research 

Contrast-enhanced ultrasound for screening hepatocellular carcinoma: an implemented program at a semi-rural academic center.  

Motz VL, White R, Lee R, Vu T, Shin B, McGillen KL.  

Abdominal Radiology. 2021.  

doi:10.1007/s00261-021-03104-w  

  • Background: mentre l’ecografia viene abitualmente utilizzata per lo screening del carcinoma epatocellulare (HCC), quella con mezzo di contrasto (CEUS) potrebbe altresì essere un valido ausilio diagnostico per l’HCC.
  • Domanda: la CEUS può servire come metodo di screening riproducibile insieme all’ecografia di routine per l’HCC nei pazienti cirrotici?
  • Criteri di inclusione: pazienti con cirrosi ad alto rischio di sviluppare un carcinoma epatocellulare e a cui è stata negata la copertura assicurativa per TC multifase o RM con mezzo di contrasto.
  • Disegno: questo studio retrospettivo ha valutato 100 pazienti cirrotici sottoposti a screening con CEUS per HCC per un periodo di 2 anni presso un centro medico accademico semi-rurale. Per ogni paziente sono stati eseguite ecografie addominali con color Doppler. Se è stata identificata una lesione focale, è stata successivamente eseguita la CEUS.
  • Risultati: in media, il completamento degli esami CEUS ha richiesto 35 minuti. Sono state identificate dieci lesioni LI-RADS 3 o superiori: cinque LI-RADS 3, due LI-RADS 4, un LI-RADS 5 e due LI-RADS M. È stato identificato un blando trombo della vena porta.
  • Conclusione e osservazioni: la CEUS è un prezioso complemento di imaging per lo screening in pazienti ad alto rischio per HCC.

 

Conventional Ultrasound Combined with ContrastEnhanced Ultrasound in Differential Diagnosis of Gallbladder Cholesterol and Adenomatous Polyps (1–2 cm).  

Wang X, Zhu J, Liu Y, et al.  

Journal of Ultrasound in Medicine. 2021.  

doi:10.1002/jum.15740  

  • Background: è importante differenziare la colesterolosi e i polipi adenomatosi a causa delle loro diverse implicazioni gestionali. I polipi adenomatosi sono considerati pre-maligni e possono richiedere colecistectomia. Gli ultrasuoni convenzionali (CUS) hanno da guadagnare nel differenziare le due entità e l’ecografia con contrasto (CEUS) può rappresentare un’utile aggiunta.
  • Domanda: quali sono le caratteristiche di imaging che differenziano la colesterolosi e i polipi adenomatosi? Qual è l’efficacia diagnostica dell’utilizzo combinato di CUS e CEUS?
  • Criteri di inclusione: Pazienti con polipi della colecisti da 1 a 2 cm di diametro che saranno sottoposti a colecistectomia tra gennaio 2017 e agosto 2020. I polipi sono stati tutti confermati istologicamente come polipi di colesterolo o polipi adenomatosi.
  • Disegno: questo studio prospettico ha incluso 89 pazienti: 55 avevano polipi di colesterolo e 34 avevano polipi adenomatosi. I risultati di imaging combinato CUS e CEUS sono stati caratterizzati.
  • Risultati: i risultati di un singolo polipo, la presenza di vascolarizzazione su CUS e vasi lineari intralesionali su CEUS erano importanti predittori combinati di polipi adenomatosi.
  • Conclusioni e osservazioni: l’utilizzo di CUS e CEUS in maniera combinata può aiutare nella diagnosi differenziale tra colesterolosi e polipi adenomatosi.

 

Imaging Pediatrico 

 

Review 

Contrast-Enhanced Ultrasound in Children: Implementation and Key Diagnostic Applications.  

Squires JH, McCarville MB.  

American Journal of Roentgenology. 2021.  

doi:10.2214/ajr.21.25713  

  • Panoramica: l’ecografia con mezzo di contrasto (CEUS) presenta molti vantaggi per la valutazione delle condizioni pediatriche. Sebbene la CEUS sia attualmente approvata dalla FDA solo per la caratterizzazione delle lesioni epatiche focali, esistono altre potenziali applicazioni diagnostiche per i pazienti pediatrici. Questo articolo di revisione descrive i principi di base della CEUS e le attuali e potenziali applicazioni per condizioni pediatriche, come traumi addominali contusivi, complicanze della polmonite e lesioni ischemiche ipossiche encefaliche.

 

Review 

Starting a pediatric contrast ultrasound service: made simple!  

Darge K, Back SJ, Barth RA, et al.  

Pediatric Radiology. 2021.  

doi:10.1007/s00247-021-04998-w 

  • Panoramica: questo articolo di revisione evidenzia i numerosi vantaggi dell’utilizzo della ecografia con mezzo di contrasto (CEUS) per i pazienti pediatrici e copre le giustificazioni che dovrebbero essere presentate per l’avvio di un servizio CEUS. Le giustificazioni includono i suoi risultati diagnostici comparabili o superiori rispetto ad altre modalità di imaging, riduzione della necessità di sedazione, eliminazione dell’esposizione alle radiazioni, buon profilo di sicurezza dei mezzi di contrasto ecografici, maggiore comfort dell’esame, disponibilità come un’altra opzione diagnostica e il suo status di esame approvato e rimborsabile.

 

Radiologia Interventistica 

 

Original Research 

Identification of the Most Important Subset of Doppler, Laboratory, and Clinical Parameters for Serial TIPS Evaluation.  

Paul RK, Vazirani R, McDermott JC, Kliewer MA.  

American Journal of Roentgenology. 2021:1-8.  

doi:10.2214/ajr.20.23186  

  • Background: L’ecografia Doppler è la modalità di scelta per il monitoraggio della stenosi o dell’occlusione della TIPS. Non è noto se l’utilizzo dell’ecografia Doppler, in combinazione con indici seriali di funzionalità epatica, possa modificare l’interpretazione della disfunzione della TIPS.
  • Domanda: quali sono i parametri Doppler, di laboratorio e clinici più importanti che predicono la disfunzione della TIPS?
  • Criteri di inclusione: pazienti sottoposti a procedure TIPS per un periodo di 7 anni.
  • Disegno: questa revisione retrospettiva ha incluso 189 pazienti sottoposti a procedure TIPS. Sono stati analizzati i parametri di laboratorio e Doppler. L’ecografia Doppler è stata eseguita durante i primi giorni dopo il posizionamento della TIPS: a 1, 3 e 6 mesi e successivamente ogni 6 mesi. I parametri clinici e di laboratorio sono stati ottenuti in ogni studio di ecografia Doppler, compreso il punteggio di malattia epatica allo stadio terminale (MELD), il livello di albumina sierica, l’ascite refrattaria e il tempo trascorso dall’ultimo intervento.
  • Risultati: il punteggio MELD e il tempo trascorso dall’ultimo intervento erano i parametri clinici e di laboratorio con il maggior valore predittivo per la diagnosi precoce di disfunzione della TIPS. La variazione della velocità intra-shunt all’estremità venosa epatica ha avuto un grande valore predittivo per la diagnosi precoce di disfunzione della TIPS. Questi indici sono diventati più predittivi con il passare del tempo dall’ultimo intervento.
  • Conclusione e osservazioni: un’ulteriore considerazione dei test di funzionalità epatica può migliorare l’efficacia diagnostica dei parametri Doppler nella diagnosi precoce della disfunzione TIPS.

 

Radiologia Toracica 

 

Original Research 

Lung ultrasound can predict the clinical course and the severity of COVID-19 disease.  

Ravetti CG, Vassallo PF, de Barros GM, et al.  

Ultrasound in Medicine & Biology. 2021.  

doi:10.1016/j.ultrasmedbio.2021.04.026  

  • Background: i pazienti critici con infezione da COVID-19 che richiedono ventilazione meccanica possono trasmettere l’infezione durante il trasporto per l’imaging del torace. L’ecografia polmonare al posto letto può fungere da strumento di imaging non invasivo per monitorare le condizioni polmonari e ridurre la necessità di trasporto e i rischi correlati.
  • Domanda: L’ecografia polmonare può aiutare a determinare la gravità della malattia da COVID-19?
  • Criteri di inclusione: pazienti con infezioni da COVID-19 ammessi in terapia intensiva e reparto tra aprile 2020 e agosto 2020.
  • Disegno: questo è uno studio prospettico su 66 pazienti con infezioni da COVID-19 ricoverati in terapia intensiva e di reparto. Gli esami ecografici del polmone al letto del paziente sono stati eseguiti al momento dell’inclusione nello studio, dopo 48 ore e il settimo giorno di follow-up. I punteggi degli US Lung sono stati quantificati in base alla perdita di aerazione in 8 zone.
  • Risultati: i punteggi dell’ecografia polmonare erano significativamente più alti nei pazienti inizialmente ricoverati in terapia intensiva rispetto a quelli ricoverati in reparto. I punteggi dei polmoni al momento dell’inclusione nello studio erano associati in maniera indipendente alla necessità di ricovero in terapia intensiva.
  • Conclusioni e osservazioni: l’ecografia polmonare al letto del paziente è utile per determinare la gravità dell’infezione da COVID-19 nei pazienti ricoverati in ospedale e può ridurre al minimo il rischio di trasmissione durante il trasporto del paziente.
References
  • Share